Salò o le 120 giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini nella critica del tempo

”C’è qualcuno che si ribella, ma appena appena, in modo incosciente: soltanto uno, ed è il punto culminante del film, muore chiudendo il pugno”. Pier Paolo Pasolini

“Faccio un film perverso per protesta contro la perversione che è ormai dappertutto”

Pier Paolo Pasolini

«La “realtà” dei corpi innocenti è stata violata, manipolata, manomessa dal potere consumistico; anzi, tale violenza sui corpi è diventata il dato più macroscopico della nuova epoca umana.»

Pier Paolo Pasolini

…. un film atrocemente comico

Tullio Kezich

“Salò un’opera unica, imponente, angosciosa e insieme raffinatissima, che resterà nella storia del cinema mondiale”

Mario Soldati

“Dio, Dio, perché ci hai abbandonato?”

L’urlo finale della ragazza immersa nel liquido fecale

Italo Calvino

Giovanni Grazzini

Edoardo Bruno

Tullio Kezich

Roland Barthes

Mario Soldati

Georges Sadoul

Giancarlo Zappoli

Gian Luigi Rondi

Dacia Maraini

Natalia Ginzburg

Leonardo Sciascia

--

--

--

Laureatosi in storia a Firenze nel 1977, è entrato nell’editoria dopo essersi imbattuto in un computer Mac nel 1984. Pensò: Apple cambierà tutto. Così è stato.

Love podcasts or audiobooks? Learn on the go with our new app.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
Mario Mancini

Mario Mancini

Laureatosi in storia a Firenze nel 1977, è entrato nell’editoria dopo essersi imbattuto in un computer Mac nel 1984. Pensò: Apple cambierà tutto. Così è stato.

More from Medium

BLONDIE: the punk rock Barbie

Stanley Kubrick was an A-hole

a tree

(G)I-DLE made their explosive (literally) and aggressive comeback that even reminded me of my teen…

Glass Cannon | Top 10 Best, Blandest, And Worst Lily Orchard Videos